Apel

L-apel

APEL fondata nel 1972 e attiva nelle zone rurali più povere delle regioni boschive emontagnose del nord-ovest della Tunisia cioè i Governatorati di Jendouba, Beja, Kefe Bizerte.

Il suo obiettivo è quello di aiutare le popolazioni target a  promuovere e a svilupparsi secondo le pratiche democratiche e il rispetto dei Diritti Umani.

Evoluzione dell’organizzazione 1

Durante i suoi quattro decenni di esistenza , essa  ha lavorato per l’attuazione :

• Dei programmi per uno sviluppo rurale integrato e sostenibile.

•Per un approccio partecipativo integrato e di aiuto alle emergenze dei  gruppie  per l’ organizzazione delle

popolazioni rurali  di base (AIC , GDA , Cooperative di servizi agricoli, CLD e associazioni femminili ).

•Per la promozione del ruolo delle donne negli ambienti rurali e tenendo conto delle loro competenze nel processo di sviluppo integrato umano e sostenibile, attraverso progetti specifici .

Evoluzionedell’organizzazione 2

•dei progetti per la promozione della  micro imprese familiare (dimensione  economica ) .

• Dei progetti di sfruttamento sostenibile di risorse naturali  .

•dei progetti per lo sviluppo di una coscienza ambientale .

Apel e  gli attori internazionali  di sviluppo

• 1998 Dotazione dello statuto consultivo speciale dell’ ECOSOC delle Nazioni Unite

•1998 : Membro della società mondiale dell’ UNESCO

• 2004 Membro associato al “ DPI “ delle Nazioni Unite

• AECID IPADE , CIDEAL , CISS , TCCO , CCFD , UNDP , il CFLIOXFAM -Québec

I Partners Nazionali

•Il Ministero dell’Agricoltura e delle Risorse Idriche e il CRDA del Nord-Ovest

• Il Ministero dello Sviluppo e della Cooperazione Internazionale

• Il Ministero degli Affari delle Donne , famiglia, dell’infanzia e degli anziani

•I consigli regionali

•Il Ministero dell’Ambiente e dello Sviluppo Sostenibile

•Le Amministrazioni Regionali che rappresentano il Ministero a livello regionale

Partners Associati

•Le popolazioni delle aree di intervento

• I Servizi Forestali  interessati

•L’ ODESYPANO e CRDA

• ANPE

• ANGED

•Le organizzazioni di base a livello locale

•ANME

• Le direzioni regionali dei diversi dipartimenti a carattere tecnico e sociale

Le risorse di APEL

• 20 dirigenti all’interno delle strutture dell’Associazione ( centrali e regionali )

•10 dirigenti  in organizzazioni di base, avviate da APEL

•30  giovani che hanno fatto corsi introduttivi alla vita professionale

•Un centro di Avvio, Formazione , Studi , Documentazione e Ricerca ( CIFDER ) , orientata verso la

promozione  di associazioni, di strutture socio- professionali di base e alla formazione ( 8500 attori

sociali hanno seguito una formazione al CIFDER )

I risultati di  A PEL dal 1972 fino al 2011 , attraverso la realizzazione di progetti di Sviluppo Rurale Integrato e Sostenibile (infrastrutture socio – economiche e attività generatrici di reddito ( AGR ) attuati nelle zone di intervento dell’ Associazione )

•Creazione e consolidamento di circa 8150 posti di lavoro

•Creazione e consolidamento di 70 gruppi ( nuclei di villaggio )

•Costruzione di 16 scuole primarie e l’educazione dei 3840 studenti.

•Costruzione di 10 cliniche rurali realizzate in 10 aree diverse a beneficio di 20.000 abitanti / anno .

•Miglioramento e sviluppo di strade , 160 km.

•Costruzione e miglioramento di 6200  abitazioni rurali

•Sviluppo di 100 fonti di acqua potabile .

•Conservazione delle acque e del suolo:  tutela di 1500 ha di superficie agricola utile .

Creazione di confini , 600 ettari,in prossimità di fonti ristrutturate che ne  migliorano  gli strati superficiali ;

•Piantare oltre 1.000 ettari di alberi da frutto e agroforestali .

•Particolare attenzione viene data alla produzione di foraggio verde e di stagione su 6000 ettari .

•Miglioramento del bestiame esistente nelle varie zone di intervento nord-ovest con l’introduzione di nuovi capi di bestiame e il miglioramento genetico.

•Pollame, conigli e apicoltura vengono promosse tra gli utenti forestali che  non hanno terreni agricoli .

•Creazione e consolidamento di oltre 200 posti di lavoro non agricoli ( piccole imprese , servizi, e varie altre attività) .

In totale :

• 40000 persone sono coinvolti direttamente

• 60000 persone sono coinvolti indirettamente

• 1000.000 persone coinvolte attraverso le azioni di sviluppo di APEL

Organizzazioni di base avviate e la messa in opera:

• 9 gruppi di sviluppo agricolo ( GDA )

• 4 Associazioni femminili di Sviluppo Locale ( AFDL )

• 3 micro-imprese  di costruzioni ( SEM )

• 1 associazione di sviluppo  Djebel Abiadh

• 21 Comitati Locali di Sviluppo  ( CLD )

Fonti di Finanziamento di  APEL :

L’associazione è stata in grado di mobilitare fino al 2011, 28 milioni di dinari tunisini , di cui:

• 40 %circa  è fornito dai consigli di sviluppo regionali dei governatorati di Jendouba , Beja , Kef e Bizerte

• 60 %  circa in valute estere sono assicurate dall’Unione Europea , le ONG del Nord , soprattutto il Canada

durante il decennio dal 1990 .