Città di Alcamo

L-alcamo

Alcamo, comune della provincia di Trapani, sorge alle pendici del Monte Bonifato, a 50 km daTrapani e Palermo.

28955014Alcamo ha origini antichissime. Fu certamente luogo di difesa degli Elimi, che costituirono un piccolo insediamento sulla cima del Monte. Con la conquista romana gli abitanti si trasferirono dalla sua sommità alle pendici settentrionali, dove successivamente gli Arabi stanziarono un presidio, cui diedero il nome dell’emiro Al-Qamah (Alcamo).

Nel periodo Svevo,  in particolare durante la dominazione di Federico II di Svevia, Cielo o Ciullo d’Alcamo, scrisse il famoso contrasto d’amore “Rosa Fresca Aulentissima”, componimento in 32 strofe che  costituisce una delle prime opere in lingua italiana.

Lo sviluppo della città avvenne verso la metà del XIV secolo in coincidenza con la costruzione del Castello dei Conti di Modica, che edificato intorno al 1350 dai fratelli Enrico e Federico Chiaramonte, costituisce un eccellenteesempio di architettura gotico-catalana; a pianta romboidale, composto da quattro torri di forma cilindrica e quadrata, con bifore e trifore, rappresenta un monumento capitale.

Castello_di_Alcamo_0024

Le meraviglia architettoniche che offre Alcamo non finiscono certo qui. Da annoverare sono: la Chiesa dell’Annunziata del XIV secolo con il suo campanile, la quadrangolare Torre De Ballis del XV secolo, la Chiesa di San Tommaso con il suo prezioso portale gotico- catalano, il Collegio dei Gesuiti (XVII secolo) con i pregevoli affreschi di Domenico La Bruna, la Basilica di Santa Maria Assunta che presenta al suo interno il Museo d’Arte Sacra.

La città è ricca anche di opere d’arte di rinomati maestri, conservate nelle numerose chiese: le opere in marmo di Antonello Gagini custoditi nella Chiesa Madre (XVI secolo),  le statue in stucco del Serpotta (XVIII secolo) nella chiesa dei SS. Cosma e Damiano. Altrettanto grande è anche il valore artistico delle opere pittoriche, fra cui “La Madonna del Miele” tavola lignea del XV secolo e gli affreschi del pittore fiammingo G. Borremans, che adornano le cappelle della Chiesa Madre.

28955014

Alcamo è anche rinomata per la sua cucina ricca di sapori e di colori e per il suo vino il “Bianco d’Alcamo” stimato e conosciuto in tutto il mondo.

Sito internet Comune di Alcamo